ven22092017

Last update05:55:14 AM GMT

Back Home

FARE LA DIETA: MODA O ALTRO

  • PDF

Marco Di Ruscio

Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 
bimbohotdog


Mettersi a dieta, nel senso di seguire un regime alimentare improntato alla perdita del grasso corporeo in eccesso, è paragonabile oggi sempre di più ad una moda! Come potrebbe mai essere altrimenti?

IL FATTO SCONVOLGENTE E' CHE L’ETA'MEDIA DI CHI SI METTE A DIETA E' SEMPRE PiU' BASSA, IN NETTO AUMENTO TRA GLI ADOLESCENTI, soprattutto mossi dall’intento di seguire i canoni di bellezza imposti dalla Tv e dai giornali o dal desiderio di essere“accettati” dal proprio gruppo di amicizie!

Ormai in questa società di oggi, tanti, troppi passano molto tempo a mangiare schifezze senza svolgere un’attività fisica regolare e, come se non bastasse, non si fa nulla per incentivare lo sport e la pratica del fitness, anzi , si vede aumentare anche l’IVA qui in Italia(alla faccia di paesi dove invece lo sport lo incentivano con misure economiche mirate fin da quando sei un adolescente), senza contare che l’ onnipresente pubblicità martellante ti annebbia il cervello e ti fa sentire un alieno se mangi un frutto per merenda al posto della blasonata, sponsorizzata schifezza confezionata ricca di zuccheri, farine raffinate e con tanto di gadget, come si può mai pensare che i giovani di oggi e le future generazioni possano essere in forma e in salute?

In questo tristissimo quadro generale, l’industria del dimagrimento fa fatturati grossi quanto il PIL di paesi importanti! METTERSI A DIETA PER CERCARE DI RIMEDIARE AI DANNI è DIVENTATO APPUNTO UNA MODA, CHE OGGI è SEGUITA E DOMANI NO, e anche se con grossi sacrifici, le cose non solo non migliorano, addirittura peggiorano di continuo! Perché questo? Prima di tutto ci tengo a precisare che alla parola dieta, purtroppo, viene data solamente l’eccezione negativa di sofferenza e privazione. Nulla di più sbagliato! La dieta dovrebbe invece avere un significato molto più ampio che si rapporti allo stile di vita.

NON A CASO LA PAROLA DERIVA DAL LATINO DIAITA GRECO, DìAITA CHE SIGNIFICA “MODO DI VIVERE”. Quindi ecco che la dieta non deve più essere considerata al pari di una moda, che oggi seguo e magari tra 2 anni riprendo e rifaccio, MA PIUTTOSTO VA INQUADRATA E VISSUTA COME UNA CONSUETUDINE QUOTIDIANA, SANA ED EQUILIBRATA, UNO STILE DI VITA APPUNTO. Il fallimento risiede proprio in questo approccio fuorviante e non salutare! CON UNO STILE DI VIA SEDENTARIO ED UNA ALIMENTAZIONE BASATA PRETTAMENTE SUI CARBOIDRATI RAFFINATI E LAVORATI- DEPRIVATI DELLA FIBRA NATURALE- E SU CERTI TIPI DI GRASSI ”NON BUONI”, SI Può SOLO INGRASSARE.

Allora che si fa? Ci si mette a dieta ed iniziano le carestie e gli approcci più strambi.

Qualcuno salta magari la prima colazione ed il pranzo e mangia solo la sera, che genio, che arguzia, che testone!Altri dissociano gli alimenti e quindi si riempiono di carboidrati e glutine per la gran parte della giornata, quindi vai con i biscotti ed i cereali fitness nella prima colazione e pasta a pranzo, un connubio pessimo di cibi che vede da un lato pochi nutrienti reali, quali le vitamine, i minerali ed elementi-traccia, e dall’altro alta energia, che non brucerai mai, senza contare che non sia mai non mangi la pasta qui in Italia, rischi la morte e l’arresto per vilipendio al piatto nazional-popolare!

A TAL PROPOSITO: QUALCUNO MI VUOLE DIRE COSA CONTIENE LA PASTA SE NON CALORIE VUOTE? Facile rispondere che, come già accaduto, la pasta sa dare energia pronta da usare perché ci sono i carboidrati e poi perché l’amido è più digeribile rispetto a grassi e proteine. Una difesa pressoché parziale che in più fa acqua da tutte le parti!

INFATTI IN NATURA TROVIAMO CHE TUTTO QUELLO che è COMMESTIBILE, POSSIEDE UN DELICATO ED EQUILIBRATO RAPPORTO TRA LE CALORIE(ENERGIA)-DERIVANTI DA CARBOIDRATI, GRASSI E PROTEINE- E SOSTANZE FUNZIONALI E ESSENZIALI PER LA SALUTE COME I MICROELEMENTI QUALI MINERALI, VITAMINE E MINERALI-TRACCIA. LA PASTA QUINDI POSSIEDE UN POTERE NUTRIZIONALE COMPLETAMENTE SFALSATO DA QUESTO PUNTO DI VISTA FONDAMENTALE: DA UNA PARTE CALORIE, CIOè ENERGIA DERIVANTE QUI ESCLUSIVAMENTE DA TANTI, TROPPI CARBOIDRATI PRESENTI, SENZA POI POSSEDERE DALL’ALTRO UN ADEGUATO APPORTO DI VITAMINE, MINERALI E FIBRE.

Senza poi contare le FLUTTAZIONI GLICEMICHE E I CONSEGUENTI RILASCI DI INSULINA CHE PUO' CAUSARE, condizioni che quindi facilitano un maggiore appetito e un più rapido deposito di grasso( ma questo è un altro discorso che magari approfondirò in un altro articolo). Questo significa che la pasta, come i cereali senza fibre da colazione o il pane bianco siano i mali del nostro secolo? Risposta: no. A condizione però che solo una piccola parte delle calorie giornaliere derivino da queste fonti alimentari.

ECCO COSA FARE: PREDILITE SEMPRE ALIMENTI CHE CONTENGONO LE FIBRE RISPETTO A QUELLI CHE NE SONO PRIVI, perchè presentano un PROFILO NUTRIZIONALE SEMPRE MIGLIORE, quindi una densità nutrizionale più funzionale per la salute rispetto ai cibi composti da sola farina bianca lavorata che non ha da darvi nulla, OLTRE AL FATTO NON TRASCURABILE CHE TENGONO A BADA LA VOSTRA EMISSIONE DI INSULINA NEL SANGUE.

Pasta normale o pasta integrale? Riso bianco o riso integrale? Ovviamente avete capito! Il bello è che tra i difensori più ostinati della pasta o di altri prodotti simili si annoverano due categorie, proprio coloro che invece dovrebbero dirvi la verità: quei studenti che studiano di alimentazione e che dai loro mentori-professori( magari pure in evidente sovrappeso) sanno solamente apprendere da essi senza alcuno spirito critico e nessuna iniziativa autonoma di consapevolezza reale, ed è un peccato questo, oltre al fatto che un giorno magari vi faranno le diete; oppure i professoroni che fanno pura disinformazione alla Tv, probabilmente al soldo delle multinazionali.

Oramai la nutrizione è sempre più sotto il controllo delle multinazionali di cereali e quant’altro: MA SECONDO VOI, AZIENDE SIMILI HANNO A CUORE SOPRATTUTTO LA NOSTRA SALUTE O DI Più IL LORO PROFITTO? COME MAI CHE OGGI, COME MAI NELLA STORIA, CI SONO COSì TANTE OFFERTE DI PRODOTTI LAVORATI DERIVANTI DALLE FARINE BIANCHE? ALIMENTI CHE NON CI FANNO BENE E CHE PERò, AVENDO UN COSTO BASSISSIMO DI PRODUZIONE, PERMETTONO IL MASSIMO PROFITTO ALLE INDUSTRIE ALIMENTARI, VEDI CEREALI DA COLAZIONE SENZA FIBRE, PASTA, CRACKERS, GIUSTO PER FARE GLI ESEMPI Più FAMOSI.

Ma sono ottimista e ancora tanto si può fare per sollevarci da tale fardello, COMINCIANDO A NON COMPRARE QUEGLI ALIMENTI che fanno male e/o che non ci servono per stare in salute. Potrei continuare all’infinito con centinaia di esempi, ma il succo è sempre lo stesso.

Si è provato tutto ed il contrario di tutto. La verità è che si destinati al fallimento ancor prima di iniziare. SI VEDE SPESSO PROPORRE IN GIRO SEMPRE E SOLO IL CONTROLLO SULLE CALORIE DA ASSUMERE DURANTE LA GIORNATA, FREGANDOSENE ALTAMENTE DELLE RICERCHE SULL’IMPATTO CHE GLI ALIMENTI RAFFINATI E TRASFORMATI DALL’UOMO HANNO SIA SUL SISTEMA ORMONALE, INSULINA IN PRIMIS (non mi stancherò mai di ripeterlo!), SIA SULL’IMPATTO AMBIENTALE! Se si continua a dare pasta alla gente, e cibi simili, considerato come detto lo scarso valore nutrizionale ed invece il suo elevato valore energetico, si possono dare solamente pochi grammi, non invece renderla il piatto principale della giornata!. Ho visto diete dimagranti di sole 600 calorie al giorno e chi la segue, dopo qualche tempo, sclera e si attacca al frigorifero! Quand'anche si riesce a perdere peso, dopo un po’ la restrizione calorica influisce su tutto, dalla perdita della preziosa massa muscolare all’umore sotto i piedi di chi persevera in questo gioco perverso del taglio delle calorie,che porta solo ad un effetto boomerang che prevede la riacquisizione dei chili persi oltre all’aggiunta di ulteriori altri chili, come ho discusso in parte nell’ articolo precedente: Ho visto alcune diete, talmente incentrate sulle calorie, che prevedono la Nutella e gli snack pieni di zuccheri e grassi come spuntino!

Tanto, secondo i fautori di questi approcci, una caloria è sempre e solo una caloria! SENZA CONSIDERARE CHE C’è UN’INTERA LETTERATURA DI QUESTI ULTIMI 15 ANNI CHE SUGGERISCE COME LA FONTE E L’ORIGINE DI QUELLE CALORIE SIA IMPORTANTE TANTO QUANTO IL CONTEGGIO CALORICO QUOTIDIANO. L’importante per questo dietologo folle e da galera, è restare nelle 800 Kcal giornaliere!!! Capito? Il problema è quello che mangiamo, quello che ci dicono di mangiare, quello che ci viene propinato quotidianamente dalla TV e che come drogati corriamo a comprare al supermercato, insieme a sedentarietà, fumo e abuso di alcool! VOLENDO ORA RENDERE LE COSE Più CHIARE PER QUELLI CHE HANNO UNA VITA SEDENTARIA O POCO ATTIVA : IL PROBLEMA NON è IL MANGIARE O MENO LA PASTA ( O IL PANE O LA PIZZA) COME SE EVITARLA COSTITUISSE LA PANACEA CONTRO TUTTI I MALI MA è IL REPUTARLA IL PIATTO INDISCUSSO, PRINCIPALE DELLA GIORNATA, SOPRATTUTTO E A MAGGIOR RAGIONE PER TUTTI COLORO APPUNTO CHE STANNO 8-10 ORE DAVANTI AL PC DIETRO UNA SCRIVANIA O CHE GUIDANO PER ORE UN MEZZO DI TRASPORTO, SENZA CONTARE CHE DOPO IL LAVORO SI FANNO MAGARI L’APERITIVO O UNO SPUNTINO RICCO DI ZUCCHERI, PER POI BUTTARSI A CASA SUL DIVANO A VEDERE LA TV.

Quindi cominciamo magari a mangiare quello che fa bene e che ci serve, a ragionare sulle scelte alimentari e ad essere critici magari cominciando a farlo proprio su quello che scrivo io! Svegliati! Qualche giorno fa ho letto una frase che recitava così: “ALCUNI DI NOI SONO RIMASTI HOMO ERECTUS, ALTRI, PUR ESSENDO DEI SAPIENS, IGNORANO DI ESSERE PUR SEMPRE DEGLI ANIMALI” La frase si presta a più interpretazioni( e se fosse stata detta da qualche mio amico ne avrei già colto il significato…), ma qui entra a merito per rimarcare la nostra natura ed auspica ad un vero ritorno ad essa, LIBERANDOCI DI QUELLO CHE NON CI OCCORRE PER VIVERE BENE IN SALUTE.

Auspico, quindi, che LA DIETA RIDIVENTI UN FATTO NATURALE, di scambio equilibrato con le risorse che la natura offre. NON PIU' L’ESTREMO INFLIGGERSI PUNIZIONI CALORICHE, SEMPRE A BASE DI ALIMENTI CHE IL NOSTRO CORPO NON TOLLERA VALE A DIRE CIBI AD ALTA ENERGIA SENZA UN NATURALE SUPPORTO DERIVANTE DA MINERALI, VITAMINE, MINERALI-TRACCIA E FIBRE.

Concludo, quando mi capita di osservare dei bambini fortemente obesi, mi chiedo come cavolo abbiamo potuto consentire che questo avvenga con sempre maggiore frequenza? La risposta, purtroppo, non si fa attendere e basta osservare i distributori di merendine, biscotti e bibite gassate proprio nelle scuole cioè sempre e comunque carboidrati, carboidrati, carboidrati…buoni e a buon mercato, chiaro! Poi ci metti la playstation 3 e abbiamo chiuso baracca. Personalmente sono il tipo di persona che non crede che tutto il male, diciamo così, sia imputabile solamente ai poteri corrotti, alle lobbies, alle multinazionali che vogliono acquisire profitti sulla nostra salute, oppure che ci siano decisioni incontrastabili dall’alto, dal cielo, dall’Eden e quant’altro ma questo si, magari anche per colpa loro, ma unito poi al fatto indiscutibile che L’IGNORANZA, ANCORA AD OGGI, SA OSCURARE LA VISTA ED ATTAPPARE LE ORECCHIE ( E SPEZZARE LE ALI??...VABBè NO, POI SEMBRA UN ROMANZO!).

FONTI: AMERICAN GUIDE LINES 2010.

Un saluto a tutti i lettori, Un abbraccio sincero con il pensiero che abbiate passato delle serene vacanze di Natale.

Del dott. Marco Di Ruscio, laureando in fisioterapia, personal trainer.

Per Consigli su Allenamento personalizzato, Alimentazione e Integrazione inviateci una mail su Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


LASCIA UN COMMENTO