mer22112017

Last update05:55:14 AM GMT

Back Home

Arrivederci Lucio

  • PDF

Antonello Marziali

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Lucio_Dalla

Come ogni mattina, all’inizio di ogni giornata, la musica ci accompagna al lavoro, a volte ascoltiamo parole d’amore, altre volte ci affliggiamo in testi malinconici che sembrano affogarci ma che in realtà sono una spinta a rimanere a galla.

La musica è imprescindibile all’uomo, ci rifugiamo nelle canzoni che sono specchi della nostra anima e chi ha il dono di interpretarle è ambasciatore dei nostri sentimenti.

Lucio Dalla è il più grande dei nostri ambasciatori, lui ci fa ridere e riflettere, piangere ed emozionare.

Lucio Dalla conosce la nostra vita perché non è una star seduta su un piedistallo che vuole solo il successo e il boato del pubblico, no! Lui è in mezzo a noi.

I suoi componimenti sono poesie che ci penetrano in profondità e ci invitano ad affrontare le asperità della vita con durezza ma anche con ironia.

Lucio è andato via per una lungo tour ma prima si è congedato da noi con l’apparizione a Sanremo.

 

Ci ha fatto ascoltare una canzone che parla dell’amore di un ragazzo per una prostituta, Nanì (un tema forte, significativo, come lo sono stati tutti i suoi pezzi), lui era lì a dirigere l’orchestra con quel suo viso sempre allegro e sincero, ha dato la scena ad un giovane cantautore Pierdavide Carone.

I migliori se ne vanno, la solita frase di circostanza, ma questa volta lo possiamo dire con grande onestà: lui era il migliore.

Ci vogliamo far del male: ascoltiamo Caruso e così inizia il pianto ma come diceva Sant’Agostino: “Coloro che ci lasciano non sono degli assenti, sono solo degli invisibili, fissano i loro occhi pieni di gloria nei nostri pieni di lacrime..”

Arrivederci Lucio…..




LASCIA UN COMMENTO